Il testing non può mai rivelare l'assenza di bug.

— Edsger Wybe Dijkstra

Small Business Server

Ubuntu Small Business Server 10.04, eBook e Libro

http://www.stenoweb.it/files/blog/linuxsbs-2.jpg SECONDA EDIZIONE!

Lo scenario di una scuola o di una piccola o piccolissima azienda dove il desiderio di risparmiare senza sacrificare la sicurezza o l' efficienza è un bisogno primario, diventa il terreno perfetto per soluzioni basate su GNU Linux, un sistema operativo di larghissima diffusione nella rete delle reti e dalla comprovata efficienza, sicurezza e scalabilità.
E ora, con la seconda edizione di questa guida realizzeremo un piccolo ma efficente, moderno e completo sistema utilizzando il nuovo Ubuntu Server 10.04 LTS Server Edition che ci garantisce aggiornamenti fino al 2015.

This book is also available in English!.

Deframmentare EXT2 con Ubuntu

http://www.stenoweb.it/files/blog/defrag_0.jpg Chiunque abbia messo in pratica la tecnica di backup descritta nella guida Small Business Server ed ampliata nel libro non può non aver notato un generale rallentamento delle operazioni di salvataggio con il passare del tempo. Malattie di Windows memoria? No. Semplicemente il file system EXT2 usato sui supporti di backup con il tempo, specie se la partizione si riempie oltre il 90%, "tende" a frammentarsi in modo anche vistoso. Abbiamo due possibilità: formattiamo il supporto periodicamente e ricominciamo da zero con gli snapshots oppure tentiamo di deframmentare il la partizione. Qui vediamo come perseguire la seconda via con Ubuntu Lucid.

Personaggi tecnologici: Stefano Giro

http://www.stenoweb.it/files/blog/steno3.jpg SindacatoNetworkers.it è la prima piattaforma sindacale interamente online rivolta ai professionisti e ai lavoratori dell'ICT. Ho accettato il loro cortese invito è ho risposto con piacere ad alcune loro domande sulla mia professione di sistemista. Ecco cosa ho risposto e il link alla fonte originale.

Vorrebbe scrivere un romanzo ma attende l'istituzione delle giornate da 36 ore. Paladino Linux e profondo scrutatore del "nuovo", Stefano ci racconta la sua vita da networker.

Creare ePUB con OpenOffice e Sigil

http://www.stenoweb.it/files/blog/epub-logo.png Era un po' di tempo che volevo creare la versione eBook in formato ePUB del mio libro, sopratutto per la solita questione del "cacchio non lo so fare e mi piacerebbe vedere come si fa". E poi vuoi mettere la soddisfazione che si prova sfogliando il libro con uno SmartPhone o con un Tablet? Giaggià. Tuttavia immaginavo fosse più semplice, sopratutto considerando che dovevo partire da un bel failone già impaginato per benino con OpenOffice. Ecco, qua la prima delusione, OpenOffice e il suo formato ODT, per quanto riguarda la conversione a ePUB, non se li fila proprio nessuno... :(

DNS dinamico & DHCP (3)

http://www.stenoweb.it/files/blog/ddns.png Questa parte conclusiva mostra come configurare il servizio DHCP e come fare in modo che venga automaticamente aggiornato il DNS quando viene assegnato un nuovo indirizzo IP. Prima di continuare dobbiamo seguire i due post precedenti sull'argomento per configurare in modo corretto il nostro DNS con Bind9.

DNS dinamico & DHCP (2)

http://www.stenoweb.it/files/blog/ddns.png Dopo aver visto come configurare un semplice servizio di caching DNS con Bind9 (Berkley Internet Name Daemon Version 9) e Ubuntu (la versione LTS, Hardy Heron 8.04), vediamo qualcosa di più utile nella configurazione di una LAN aziendale. Configuriamo il DNS come master per il nostro dominio per fare in modo che oltre al caching dei nomi esterni, risolva anche i nomi host della rete locale.

DNS dinamico & DHCP (1)

http://www.stenoweb.it/files/blog/ddns.png Nel caso la nostra rete cominci ad assumere dimensioni importanti la soluzione dnsmasq comincia ad andarci strettina. Lode a dnsmasq, di una semplicità disarmante, ma purtroppo soffre di almeno una grave limitazione quando le dimensioni della rete aumentano: non è possibile predisporre un servizio DNS di “backup” qualora il primo non sia raggiungibile. E siccome il DNS e il DHCP sono fondamentali per il corretto funzionamento di quasi tutti i servizi direi che è giunta l'ora di porvi rimedio utilizzando, in questo caso con Ubuntu Server 8.04, i due pacchetti che rappresentano lo standard de facto in materia. Bind9 e DHCPD. In questo post iniziamo con la semplice configurazione in caching, per poi proseguire nel successivo con una più utile configurazione Master su misura per il nostro dominio. Proseguiremo poi con il DHCP e con l'aggiornamento automatico del DNS (DDNS) da parte di quest'ultimo quando rilascia un nuovo IP.

Aggiornamenti automatici con Ubuntu Server

http://www.stenoweb.it/files/blog/deb.jpg Aggiornamenti automatici, che passione. Meglio chiamarli "Unattended upgrades" altrimenti a qualcuno viene uno schioppone. Dato che oramai avete sicuramente finito di leggere il libro vediamo come automatizzare, se ne sentiamo la necessità, la gestione degli aggiornamenti su un server che monta Ubuntu Hardy. Potrebbe essere utile se abbiamo molte macchine da gestire anche se va ovviamente usato con cautela.

Ubuntu Small Business Server, il libro

http://www.stenoweb.it/files/blog/linuxsbs.jpg Lo scenario di una scuola o di una piccola o piccolissima azienda dove il desiderio di risparmiare senza sacrificare la sicurezza o l' efficienza è un bisogno primario, diventa il terreno perfetto per soluzioni basate su GNU Linux, un sistema operativo di larghissima diffusione nella rete delle reti e dalla comprovata efficienza, sicurezza e scalabilità.

E ora, con questa guida passo passo di oltre 200 pagine realizzeremo un piccolo ma efficente, moderno e completo sistema utilizzando Ubuntu Server 8.04 LTS Server Edition che ci garantisce aggiornamenti fino al 2013.

ArchLinux Small Business Server (36) - Fax Server (1)

http://www.stenoweb.it/files/blog/archlogo.png Ricordo un decennio fà (o forse più) quando illustri personaggi profetizzarono la scomparsa dei fax dai nostri uffici entro qualche anno al massimo. "La email ucciderà il fax, antiquato e oramai superato metodo di trasmissione delle informazioni". Vi risulta ? In Italia a me no. Anzi, oramai qualunque stampante o fotocopiatore multifunzione viene fornito con fax a bordo. Il motivo è banale, è il metodo più economico per certificare l'identità della persona o azienda che mi stà inviando qualcosa.

Condividi contenuti